BIOGRAPHY

MARK SMITH

PHOTOGRAPHER

BACK

Ciao a tutti amici, e scusate per i mancati auguri che, di rito, sarebbero dovuti arrivare per Natale. Purtroppo però ero troppo impegnato in cenoni, pranzoni, colaz..ionissime e visite ai parenti che hanno preparato ancora qualcosa da mangiare.

Ad ogni modo, finalmente ho trovato il tempo per salutarvi e ringraziarvi tutti per gli auguri. Anche se non è un'attività che mi aiuta a smaltire... almeno è diversa dal "continuare a mangiare" :)

Come potrete vedere qui, ho iniziato a reinserire le foto nella mia gallery; e da qui la strada dovrebbe essere tutta in discesa.

Ho iniziato dalla "street" perchè mi sembrava il punto di partenza ideale di ogni fotografo.

Quando ognuno di noi ha avuto tra le mani la sua prima macchina fotografica, il primo istinto è stato quello di immortalare ogni cosa mobile o immobile che catturasse la sua attenzione e, guardando al pc le immagini della giornata ha pensato "ma chi sooono!!!", poi amici e parenti hanno cominciato a chiamarci con nomi di fotografi famosi ed infine questa passione ha preso la sua vera strada. O nel cassetto del comò, oppure quella macchina fotografica è diventata una parte di noi, al punto che quando uscivamo di casa senza, ne sentivamo la mancanza.

In realtà la street photography è un punto di partenza (per i neofiti) ma, allo stesso tempo, un punto di arrivo per una carriera fotografica. Non a caso tutti i più grandi e celebri fotografi della storia devono il loro successo a questa "branchia" della fotografia.

La Street, infatti, è la categoria che, più di tutte, ci fa da sempre viaggiare nell'evoluzione della società o nel mondo dei nostri sentimenti più profondi, a seconda del suo interprete. Ma "fotografia di strada" è un termine che racchiude in sè diversi mondi, separati tra loro da un sottile filo conduttore.

Letteralmente la sua definizione sta ad indicare tutte le foto scattate nel "mondo reale", in cui viene ritratta la vita di persone reali. Ciononostante, foto che tutti noi abbiamo visto centinaia di volte e di cui, magari, non sappiamo nemmeno da chi siano state scattate, hanno tutte una cosa in comune, la loro SINCERITA'. In alcune identificata come sguardo oggettivo su un fatto o una situazione storica, altre come astrazione degli stessi: astrazione atta a svelarne sfumature molto più intime percepite dall'occhio del fotografo.

Chi di noi non è mai rimasto senza fiato nel sfogliare un numero qualsiasi di National Geographic.

Dice: "si, sono ritratti di persone, luoghi, tradizioni, culture vicine e lontane".

Ma ogni scatto è pregno di un'emotività che, per empatia, ci da l'impressione di essere lì in quel preciso istante. E, a chi ama la fotografia, fa venire voglia di prendere la macchina fotografica ed uscire per riuscire a dare, a sua volta, un contributo alla narrazione di una qualche storia.

L'unica regola da seguire nella Street, a differenza di altri generi fotografici quali la moda, lo still-life, ecc., per i quali ci vogliono veri e propri manuali e anni di studio, è: QUI, ADESSO O MAI PIU'.

Anche se, per fare il fotografo di strada, la dote che più di tutte è meglio avere è la faccia ... di bronzo.

Ci sono fotografi che, per ritrarre persone, si avvalevano di tele obbiettivi immensi o di grandangoli estremi per poter fotografare senza dare nell'occhio. Ma in realtà ho sempre pensato che, perdere una bella composizione a scapito dell'IDEA di una buona immagine, sia assurdo, per cui, quando fotografo, cerco di valutare se il soggetto può essere daccordo o meno, ma non mi faccio scrupoli. Addirittura, se la scena non è particolarmente imbarazzante, cerco anche la sua complicità e, nel 50% dei casi le persone sono piacevolmente sorprese di accorgersi che qualcuno le stava guardando.

Alcune delle foto più famose sono "riproduzioni" di momenti che il fotografo non è riuscito ad immortalare in maniera soddisfacente, al primo colpo, e, grazzie alla sua faccia da... di bronzo, è andato dai soggetti e ha chiesto di ripetere la scena.

Per non fare torto a nessuno ecco una delle volte che è successo a me.

Perciò quando siete a spasso con la vostra macchina fotografica, non abbiate paura di cogliere l'attimo perchè la foto che non scattate è come una bella storia che nessuno potrà ascoltare mai.

Ciao a tutti e buone feste!

Gallery

Number

List Progress:

View Progress:

Current Photo/Total:

ABOUT

MDM Studios

FOTOGRAFIA

PUBBLICITARIA

Studios

FOTOGRAFIA PUBBLICITARIA

PRIVACY POLICY

MARCO DEL MASCHIO P.I. 04192200279 © 2013 ALL RIGHTS RESERVED |

ABOUT

MDM Studios

FOTOGRAFIA

PUBBLICTARIA